In occasione del Giorno del Ricordo chiediamo al Sindaco di Ragusa di fare proiettare nelle scuole cittadine “Red Land – Rosso Istria”

L’associazione politico culturale Ragusa in Movimento invita il sindaco, Peppe Cassì, a sollecitare i dirigenti scolastici delle scuole cittadine a programmare, in occasione del Giorno del ricordo, fissato per il 10 febbraio, la proiezione del film “Red Land” (Rosso Istria). “La tragedia di decine di migliaia di italiani massacrati dalla ferocia dei comunisti slavi – spiega il presidente dell’associazione, Mario Chiavola – non è stata purtroppo ben assimilata nelle coscienze della nostra collettività. Tutti gli interventi che possono, in questo senso, aiutare a prendere consapevolezza sono da prendere in considerazione”. “Red Land” è un’opera che si concentra sulla Seconda guerra mondiale in Istria dopo l’8 settembre 1943 (subito dopo la firma da parte dell’Italia dell’armistizio siglato con gli angloamericani) e sulla vita di una giovane studentessa italiana, Norma Cossetto, insignita  nel 2005 dal presidente Ciampi  della medaglia d’oro al merito civile, che, dopo essere stata catturata ed imprigionata dai comunisti titini, è stata prima lungamente seviziata e torturata e, successivamente, assassinata ed infoibata senza pietà e nel più totale disprezzo della persona umana. “Red Land – sottolinea Chiavola – è la rappresentazione cruenta della violenza inaudita delle “bestie rosse” titine ai danni di migliaia di italiani. Uomini e donne, militari, preti, funzionari dello Stato, furono trucidati, violentati ed infoibati dalla ferocia dei comunisti slavi (non senza, purtroppo, la complicità di “compagni” italiani). Ecco perché riteniamo che il film meriti di essere proiettato nelle scuole e divulgato affinché una vicenda vergognosa, per troppo tempo nascosta ed ignorata dai testi scolastici, emerga finalmente e si abbia coscienza delle nefandezze e degli efferati crimini subiti dagli italiani di Istria e Dalmazia, “scientificamente” cancellati per decenni dal “ricordo” di tutti. Chiediamo al sindaco di garantire un importante segnale in questa direzione”.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *