Il Foro Boario in preda all’incuria, Chiavola: “Sterpaglie dappertutto, occorre una ripulita”

Il foro boario di Ragusa fotografato ieri pomeriggio

“Tra qualche giorno si tornerà a parlare di Fiera agroalimentare mediterranea la cui 41esima edizione si terrà dal 25 al 27 settembre, tra circa un mese. C’è tutto il tempo necessario, dunque, perché il Comune di Ragusa ripulisca il Foro Boario, sito lungo la provinciale verso Chiaramonte, cornice tradizionale della Fam, ed elimini quelle fastidiose sterpaglie che trasmettono un senso di noncuranza e di mancanza di decoro assolutamente da evitare soprattutto quando stiamo parlando di un evento che richiamerà migliaia di visitatori”. La segnalazione arriva dal presidente dell’associazione Ragusa in Movimento, Mario Chiavola, il quale ha effettuato un sopralluogo nel sito in questione annotando alcune cose che non vanno. “Diciamo – continua Chiavola – che le condizioni del Foro Boario non sono poi così derelitte ma certo la mancanza di attenzione dovuta al proliferare delle erbacce, che invadono le varie piattaforme che ospiteranno i bovini, si può anche evitare. Occorrerebbe, insomma, una manutenzione ordinaria maggiore proprio per evitare di intervenire in maniera straordinaria quando, approssimandosi l’avvenimento più atteso dell’anno, è comunque necessario avviare un’azione di ripulitura ad hoc visto che non sarebbe opportuno presentarsi con questo biglietto da visita. E a proposito di erbacce, sarebbe meglio che l’assessore competente effettuasse una perlustrazione nelle zone periferiche dove, soprattutto in prossimità di una serie di incroci, la presenza delle sterpaglie finisce con il limitare pure la visibilità degli automobilisti. Ci vuole davvero poco, a volte, per riuscire a rendere più vivibile una città. Speriamo che il Comune di Ragusa possa raccogliere questi come gli altri suggerimenti che, di volta in volta, come associazione, proviamo a lanciare sulla scorta delle segnalazioni che ci arrivano dai cittadini”.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *